Consigli su come celebrare il Solstizio d'Estate

«L’atmosfera dell’estate è segnata da una possente musicalità. La terra si apre all’universo e nelle notti calde il firmamento si dispiega in tutta la sua bellezza, per questo motivo l’orecchio spirituale si fa più sensibile alla “musica delle sfere”, ai rapporti armonici che vibrano nell’immensità. La musica terrena, l’arte musicale degli uomini, è un riflesso di questa sublime armonia; godendo della musica, della melodia, gli uomini traggono una gioia motivata dal fatto che l’armonia musicale favorisce l’unione tra l’anima individuale e il cosmo»

Ruldolf Steiner


Per chi ha il privilegio di vivere a contatto con la Natura, in questo periodo dell'anno, le Lucciole offrono in dono all'osservatore che sa ancora stupirsi, uno spettacolo di alchimia e trasformazione. Un piccolo animale è in grado di emettere luce. Può illuminare la notte!


Così accade sui piani sottili anche agli esseri umani, la forza ascendente solare che aumenta in questi giorni, fino al culmine del 24 giugno (nella notte di San Giovanni) è in grado di rendere radiante e luminoso il corpo emozionale-astrale. Le persone spiritualmente orientate avvertono questo delicato momento di passaggio come un'intensificazione del loro desiderio di "trovare la propria missione" e "radicarsi nel luogo giusto, per operare la giusta cosa".


La massa non si accorge minimamente di questo fatto esoterico. Lo vive passivamente. Percepisce unicamente un maggiore stimolo e intensificato desiderio di soddisfazione di appetiti tipicamente astrali ed emotivi: sessualità, divertimento eccessivo, svago e alienazione, fuga, ribellione, desiderio di alcol e cibo spazzatura, ecc.


E' un fatto del tutto normale. E' la Magia della Legge del Ciclo dell'anno. Il 21 Giugno il Sole inizia ad apparire fermo, statico, quasi per tre giorni. Poi riprenderà il suo cammino di discesa e, dal nostro punto di vista, le ore di luce che ci concederà diminuiranno lentamente e progressivamente fino al 21 Dicembre.

Il 24 Dicembre noi "vegliamo" in attesa del Natale, la Ri-Nascita della Luce, rappresentato dalla forza cosmica dell'Amore che chiamiamo "Cristo". In questo modo ogni anno celebriamo quel Grande Mistero che è l'Anima, la Luce in Noi speranza di Gloria.





Il 24 Giugno "vegliamo" ugualmente, poiché avviene quella trasformazione che riguarda il nostro ego. La nostra macchina biologica e la nostra psicologia individuale si chiama: "Personalità". Essa è lo strumento che l'Anima deve usare per compiere il Suo Lavoro su questo Pianeta. Un lavoro che per ognuno di noi è unico e speciale. La nostra Personalità ha talenti, doni e capacità uniche. Per questo motivo nella notte del 24 Giugno raccogliamo tutti i doni sottili, energetici, visibili e incredibilmente potenti che la Luce ci può donare. Si pensi alla rugiada raccolta nella notte di San Giovanni, ritenuta benefica e miracolosa.


Il Solstizio d'Estate non è una celebrazione che avviene al nostro interno. Non è intimo e speciale, magico, mistico e interiore come il Solstizio d'Inverno.

Tutta la Natura lo celebra, poiché ogni Cristallo nelle profondità della terra, ogni albero e ogni pianta e persino gli animali, percepiscono l'innalzamento della frequenza dato dall'Irradiazione della Luce che tocca il suo apice proprio il 21!


Per questo motivo è importante stare a contatto con la Natura, specie con gli Alberi, poiché grazie alla loro funzione di Antenne Cosmiche, ci conducono dalla Terra al Cielo. E inoltre canalizzano Forze Cosmiche che dal Cielo scendono sulla Terra e ce le distribuiscono nei nostri corpi sottili.

Ricaricano di vitalità il nostro corpo aurico attraverso il loro campo bioenergetico verde. Ci aiutano ad ossigenare il sangue. Placano le nostre emozioni negative. Ci schermano dalle basse frequenze nocive delle antenne dei cellulari e televisione.


L'Estate inizia con questo passaggio di Forza Luminosa. Eppure le ore di luce inizieranno a declinare lentamente a favore di quelle del buio. Questo simboleggia che durante l'estate le Forze Oscure acquisteranno più potere, perché spingeranno le persone ad eccedere nei loro desideri materialistici e mondani, facendoli dimenticare dell'Anima e della loro Missione Spirituale sul Pianeta.


Le famose "stelle cadenti" verranno in aiuto, proprio nelle belle serate di luglio e agosto. Questo simboleggia che le Potenze Cosmiche sono sempre disponibili a supportarci e aiutarci nel Cammino Evolutivo, anche nelle ore più buie della nostra esistenza.


La quercia è una pianta che ha una relazione con il solstizio. Essa infatti fiorisce in questi giorni e segna proprio il passaggio della Luce, da crescente a calante. Il suo legno veniva usato per accendere i falò nella notte di San Giovanni. La forza enorme con la quale questa pianta s’inserisce nella vita, racconta di quanto è forte la vita solare in questo momento. Ricordatevi di fare una Meditazione con la schiena appoggiata su una possente, bella e forte quercia!


Inoltre è importante godere del calore estivo che arriva, sentire la pienezza del cuore, gioire con il rigoglio della verdeggiante natura, abbracciare nuove forme di un più dilatato amore, che si riveleranno preziose nei periodi freddi, quando non saremo così “amati” dal Sole.


Si può celebrare tutto questo attraverso musiche e danze, accendendo fuochi, simbolo del Sole, durante la notte, e benedicendo l’acqua, simbolo della Luna e della Terra. Poiché il 21 di Giugno rappresenta l'inizio del Mese del Cancro, il segno più Lunare e acquoso dello zodiaco. Potete anche preparare una sorta di acqua di guarigione lasciando dell'acqua alla Luce del Sole e della Notte (nell'articolo del solstizio dello scorso anno, sempre in questo blog, trovare la "ricetta").


Si può anche meditare insieme su Madre Terra, sugli infiniti doni che ci concede. Sulla sua incondizionata bontà. Sul suo sostegno contiuo nonostante la caparbia capacità umana di distruggere, ammalare e impoverire. E' molto importante ringraziare, ringraziare e ringraziare.


Sempre più spesso questa Penisola Italica, essendo luogo militarmente strategico e "preso di mira" è irrorata da scie chimiche e dunque ricoperta di una coltre biancastra, metallica e che riflette la benefica radiazione solare e cosmica. Questo fatto crea una sensazione di fatica, pesantezza, lamento, scoraggiamento e mancanza di forza di volontà e Luce nel vivere i momenti più importanti dell'anno, in senso spirituale e animico.


Se vogliamo vedere dei cambiamenti positivi dobbiamo tutti quanti mettere la nostra Attenzione su questo fatto, guardare spesso il cielo, e usando la forza del pensiero e dell'emozione, volere, chiedere e pregare che il cielo si apra e si "pulisca", per il nostro massimo bene e per il bene di tutti quanti. Abbiamo un incredibile bisogno, adesso più che mai, della Forza, della Salute e della Guida del nostro Padre Sole. Ed è normale. Siamo suoi Figli. Chi non ha bisogno del suo Papà?


Ricordatevi dunque dei Cristalli, degli Alberi, dei Fiori e dell'Acqua. Se potete accendete un Fuoco. Pregate e cantate. Sarà un Solstizio indimenticabile e vi aiuterà a mantenere accesa la "fiaccola spirituale" fino alla fine dell'anno.


Buona Celebrazione del Solstizio!

Shalom e Mille Benedizioni di Luce e Amore a tutti voi.


Andrea e Federica



1.928 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti